iPhone 5: caricabatterie di terze parti compromette chip di ricarica

Secondo mendmyi, società inglese adibita alla riparazione di iPhone e altri device Apple guasti, utilizzare caricabatterie di terze parti non autorizzati da Cupertino potrebbe comportare grossi danni ai vostri amati melafonini. Apple ha da sempre redarguito i propri utenti circa i rischi che si possono correre e, adesso, anche questa azienda specializzata conferma ciò che ha recentemente sperimentato su iPhone 5, ossia che questi apparecchi comprometterebbero in particolare il chip di ricarica U2 IC.

iphone-5-caricabatterie-danni

Il chip U2 IC, spiega la società inglese, è quello adibito alla ricarica, e ha il compito di gestire la batteria, alcune funzioni USB e le funzioni wake/sleep. Nel momento in cui si utilizzano caricabatterie di terze parti, questi, utilizzando voltaggi e flussi di corrente non adatti ai device Apple, potrebbero compromettere irrimediabilmente il chip in questione.

In particolare, per capire se è proprio questo piccolo processore il problema basta vedere se, a seguito della ricarica, l’iPhone rimane fermo all’1%. Se così fosse, a nulla servirebbe cambiare la batteria: il problema sta proprio nel chip U2 IC, il quale, se va bene, potrebbe essere aggiustato con un non indifferente dispendio di denaro oppure, nella peggiore delle ipotesi, sarebbe l’intero iPhone da dover cambiare.

Al momento, dichiara l’azienda, il problema in questione si è riscontrato maggiormente negli iPhone 5, anche se, nell’ultimo periodo, pare che anche iPhone 5c inizi a subire problemi al chip di ricarica dopo l’utilizzo di caricabatterie non autorizzati.

iPhone 5: caricabatterie di terze parti compromette chip di ricarica ultima modifica: 2014-06-20T15:58:37+00:00 da Sonia Coppola

Related Posts