Digitimes: nessun metodo innovativo per produzione Touch ID dell’iPhone 6

Sebbene alcune indiscrezioni riportate da Digitimes qualche tempo fa davano per certo che Apple avrebbe utilizzato un nuovo e più tecnologico metodo per la produzione del Touch ID di iPhone 6, adesso la notizia pare esser stata smentita. La realizzazione degli scanner digitali, che sarà comunque affidata alla società TSMC, continuerà, infatti, ad essere un processo produttivo ad 8 pollici anzichè ai supposti 12 pollici.

 iphone-6-touch-id-produzione

La smentita della precedente notizia arriva sempre dallo stesso Digitimes, che solamente il mese scorso aveva affermato che Cupertino aveva commissionato a TSMC un processo produttivo del lettore di impronte digitali di iPhone 6 a 65 nm con tecnologia WPL a 12 pollici. La ragione per la quale Apple si starebbe tirando indietro rispetto la preventiva commessa, afferma la testata orientale, è che la produzione con la rinnovata tecnologia comporterebbe un’eccessiva perdita di tempo. Così, per rispettare la tabella di marcia solitamente seguita da Cupertino per il lancio dei suoidevice, TSMC continuerà a produrre Touch ID con il processo a 8 pollici già compiuto per l’iPhone 5S.

Il guadagno che si sarebbe ottenuto sarebbe stato tutto in termini di efficienza del Touch ID, ma, stando a quanto fino ad ora comunicato, pare che per questa ulteriore innovazione non sarà integrata nell’iPhone 6 ma, magari, nei futuri dispositivi della mela.

Digitimes: nessun metodo innovativo per produzione Touch ID dell’iPhone 6 ultima modifica: 2014-02-11T15:06:21+00:00 da Sonia Coppola

Related Posts