“Steve Jobs? Una brutta persona!” dichiara il miliardario Julian Robertson

Solo qualche giorno fa è stato l’anniversario della scomparsa prematura di Steve Jobs. Come abbiamo avuto più volte modo di affermare, l’ex CEO Apple è stato, per molti, fonte di ispirazione e di ammirazione. Ma c’è anche chi, però, non la pensa così. Il miliardario Julian Robertson, in una recente intervista, ha infatti dichiarato di aver venduto ogni sua azione AAPL perchè Steve Jobs era davvero una “brutta persona”.

steve-jobs-apple-anno

Come non ricordare la celeberrima frase “stay hungry, stay foolish” pronunciata durante il discorso tenuto da Steve Jobs ai laureati di Standford, che ha ispirato migliaia di persone? Eppure, nonostante nel tempo la figura del fondatore di Apple sia stata quasi santificata, c’è anche chi, nella sua benevolenza non ha creduto. Il miliardario Julian Robertson, infatti, dopo aver letto una biografia del CEO – senza dichiarare quale – ha capito che Jobs era davvero una “brutta persona” e, per questo motivo, ha venduto tutte le sue azioni AAPL.

Durante una intervista con la TV americana, infatti, Robertson ha dichiarato che, “poichè Steve Jobs era davvero una persona pessima non è possibile che la sua azienda duri ancora a lungo. Non credo che le persone cattive possano creare cose che durino per molto tempo”. Aggiunge, però, l’investitore, che seJobs fosse ancora vivo non vi sarebbe dubbio che avrei ancora le sue azioni. Lui è un genio, ma sono convinto che non è il tipo di persona che possa creare una azienda dalla florida esistenza”.

via

“Steve Jobs? Una brutta persona!” dichiara il miliardario Julian Robertson ultima modifica: 2013-10-11T10:00:21+00:00 da Sonia Coppola

Related Posts